domain registration free web stats - free invisible counters - contatori per blog e forum gratis top site today

our links

statitical links 5215
site 0
site 1
site 2
site 3
site 4
site 5
site 6
site 7
site 8
site 9
site 10
site 11
site 12
site 13
site 14
site 15
site 16
site 17
site 18
site 19
site 20
site 21
site 22
site 23
site 24
site 25
site 26
site 27
site 28
site 29
site 30
site 31
site 32
site 33
site 34
site 35
site 36
site 37
site 38
site 39
site 40
site 41
site 42
site 43
site 44
site 45
site 46
site 47
site 48
site 49
site 50
site 51
site 52
site 53
site 54
site 55
site 56
site 57
site 58
site 59
site 60
site 61
site 62
site 63
site 64
site 65
site 66
site 67
site 68
site 69
site 70
site 71
site 72
site 73
site 74
site 75
site 76
site 77
site 78
site 79
site 80
site 81
site 82
site 83
site 84
site 85
site 86
site 87
site 88
site 89
site 90
site 91
site 92
site 93
site 94
site 95
site 96
site 97
site 98
site 99

in evidence:

bsl1_nk="archetypon"; bsl1_srv="blog"; bsl1_boot2()   Community     Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico ------------------ Crea archetypon   Profilo Blog Video Sito Foto Amici         Esplora #rlogo{background-image: url(getmedia.php?Rrek%60o.go-nrgnmC%60etmI%3A%2711%27z%05kgonmghom-%3F%26);}/*#rlogo { background-image: url(getmedia.php?Rrek%60o.go-nrgnmC%60etmI%3A%2711%27z%05kgonmghom-%3F%26); }*/ Creato da archetypon il 03/08/2005   Ombre di Luce Davanti a me fluttua un'immagine, uomo o ombra, più ombra che uomo, più immagine che ombra. (W.B. Yeats)       (de)scrivo la mia rotta Post n°1150 pubblicato il 07 Settembre 2011 da archetypon Tag: Parentesi (Che uomo sarei oggi se non avessi scritto, pazientemente eppure con perseveranza, queste pagine? Nessuno può rispondere oggettivamente. È certo, come il giorno e la notte, che, pazientemente eppure con perseveranza, queste pagine cambiavano con me ed esse m'hanno cambiato, lettera dopo lettera, riga dopo riga, pagina dopo pagina, anno dopo anno.Così se riscrivessi i dialoghi tra la luce e l'ombra non svilupperei i medesimi dialoghi; se riscrivessi le brevi lettere non forgerei il medesimo patimento; se cercassi le parole dell'archetipo le troverei costellate di altre luci, altre notti, altre albe. Mantengo la rotta, la immagino, la scrivo, sapendo che ogni fantasia sarà superata dalla vita ma che la vita potrebbe essere modificata dall'immaginazione. Allora, che uomo sono e sarò? È certo, come il giorno e la notte, dopo ogni giorno e ogni notte, sempre, e ora consapevolmente, un po' diverso.)    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 7   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     mantieni la rotta Post n°1149 pubblicato il 05 Settembre 2011 da archetypon Tag: Appunti 291) A un cuore che vuol apparire saldo e convinto preferisco quello che sa piangere giovani lacrime su vecchie ferite, poiché si lascia permeare dalla sua anima.292) Alla fine rimani con poche amicizie: quelle con cui puoi con-divire e com-prendere le medesime felicità e le medesime amarezze. E poiché sono di un solo grado inferiori all'amore, anzi grazie a ciò, queste amicizie possono svolgersi per una vita intera.293) Mantieni la rotta nella tempesta così come nel mare lastricato di blu e di luce. In quella tieni vicino gli amici più saldi, in questo affidati al cuore che ha avuto paura durante la tempesta.294) Accade spesso che una notte una costellazione in cielo ci meravigli e affascini dopo molte notti in cui, assopiti, non l'avevamo veduta, oppure sorpassata troppo in fretta. Eppure era lì, solo che noi ancora non eravamo.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 8   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     Anima august's review Post n°1148 pubblicato il 02 Settembre 2011 da archetypon Tag: Appunti 286) Anima lavora con Eros.287) La nostra cultura vuole le cose d'Anima, d'Animo, elevarsi verso l'alto, trascendersi verso il cielo. Niente di più sciocco: siate pronti a imbattervi nel parte più terrena d'essa, di esso. D'altronde Anima è l'archetipo della vita.288) Non solo gli occhi ma anche la voce sono la porta sull'anima. Tuttavia è bene chiedersi se conducono all'interiorità di chi ascoltiamo o, più verosimilmente, alla nostra.289) Non c'è assuefazione alle cose di Anima. Tuttavia assumetene piccole dosi: la sua voce stordisce.290) Lunga è l'arte, e la via, per comprendere la grammatica e comunicare con Anima; prima di tradurla, impari a tradirla.     Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 4   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     domande del cuore Post n°1147 pubblicato il 22 Agosto 2011 da archetypon Tag: Aforismi Gli ho chiesto, perché mi hai baciato: non ha risposto. Gli uomini come lui, capaci di aprire crepe in ogni ragione per fare crescere altre ragioni, alle domande del cuore non sanno rispondere.Rosario Amelio, il romanzo non ancora scritto[Che uomo era colui che baciò questa donna? Su quali ingegnerie fondava la sua vita? Colei che domanda, non domanda con la ragione piuttosto che col cuore? E colui che fino a ieri era un logico avrà poi trovato la logica dell'amore? Forse direbbe: in ogni bacio, un bacio che non si domanda, l'Anima cerca il suo proprio cuore poiché ancora non sa se l'ha trovato, e allora bacia per percepire se è l'apoteosi oppure solo elettricità.]   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 5   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     sospensione d'Anima Post n°1146 pubblicato il 07 Agosto 2011 da archetypon Tag: (A)normalità Anche Anima vuole il suo riposo. L'hanno vista giacere sulla riva di un fiume in una radura nuda, poi tra faggi dal cuore di linfa dove il vento è troppo alto per svegliarla.Anima vuole riposo e riposano le dita e le matite con cui disegna la carta per raccontarsi, strani geroglifici, a volte anche a me incomprensibili.Si vorrebbe svegliarla, chiederle la strada, domandarle perché non sogna, ma il viaggiatore impara che dovrà attendere paziente prima di avere, improvvisamente, il risveglio e le risposte.Così da ricominciare il cammino del cuore.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 8   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     nel mercato di Anima Post n°1145 pubblicato il 29 Luglio 2011 da archetypon Tag: Frammenti di diari persi 29 luglio 1938... sono entrato nel grande mercato straboccante di colori, odori, suoni e oggetti che avrei voluto acquistare da ogni banco, scatola o tela. Per un uomo dell'occidente, pre-ordinato e appigliato a ciò che presumo definirsi realtà, è stato come entrare in una allucinazione ipnagogica, e ritrovarsi senza volontà cosciente, sospeso, passivo, incapace di decidere: toccavo tutto, poche sillabe con il venditore, e avanti nel flusso caotico delle persone, anch'esse, mi apparivano, sospese nella mia medesima allucinazione - ma non è forse così che viviamo in occidente? Così, mi disse il vecchio saggio, è anche nella casba di Anima dove l'abbondanza disorienta e fa perdere coscienza di sé. Ma più andavo avanti nel mercato pulsante, vivido eppure offuscante, e più prendevo coscienza dell'incosciente, a distinguere l'iniziale indistinguibile, e del suo paradosso: qualsiasi punto scoprivo di essere sempre in un centro, il centro di me ...   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 4   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     l'impensabile sa Post n°1144 pubblicato il 27 Luglio 2011 da archetypon Tag: Aforismi 289) Quando la strada su cui corri non conduce da nessuna parte, quando non disponi della chiave dell'unico varco del recinto, quando affondi nella duna sabbiosa al di là della quale odi il richiamo potente del mare, allora affidati all'impensabile, all'inconscio, poiché percorrerà sentieri che la mente non sa rincorrere, aprirà ciò che la mente non sa aprire, scalerà ciò che la mente non sa scalare, essendo l'impensabile ciò che non si sa di sapere. Qualcuno lo chiamo caso.   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 10   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     pensieri di un onesto peccatore Post n°1143 pubblicato il 25 Luglio 2011 da archetypon Tag: Aforismi 286) Mettevo le mie personali crocette alle tavole di Mosè: tristemente non merito la sufficienza né da un lato, quello del peccatore, né dall'altro, quello dell'onesto!287) La sera pensai che avevo timore degli onesti che decidono di giocare sporco poiché  sono disperati e non hanno regole. Al mattino cambiai idea: non ebbi più timore degli onesti che decidono di giocare sporco poiché al mattino si svegliano e hanno già cambiato idea.288) L'impresa quindi è conservare un cuore.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 14   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     la vegetazione di Psiche Post n°1142 pubblicato il 20 Luglio 2011 da archetypon Tag: (A)normalità Esiste un particolare effetto che ha la vegetazione su un luogo della Natura non ancora depredata dall'uomo. Rigogliosa d'estate renderà irriconoscibile il luogo che era e che avevamo percorso durante l'inverno. Similmente sono i sentimenti e le emozioni per i luoghi di Psiche: quando si sviluppano rigogliosi rendono diversa la natura umana che è nel suo inverno.Eppure possiamo immaginare un luogo della Natura sgombro dalla vegetazione, o dire che senza di essa vedremmo la verità di un luogo? O piuttosto potremmo asserire che essa è (nel)lo stato di un luogo e senza non ci sarebbe verità? Così perché mai sgombrare la vegetazione di Psiche? Solo il deserto potrebbe apparire vuoto; ma di una psiche vuota avrei timore.   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 9   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     la Notte non dorme Post n°1141 pubblicato il 18 Luglio 2011 da archetypon Tag: Poesie Ho chiesto alla Notte perché non dormisse.Lei si è voltata e alla Luna una parola ha sussurrato.La Regina si è abbassata e dietro l'orizzonte si è adagiata.La Notte si è spenta e il Sonno si è portata via.Le chiederò domani di tenermi ancora compagnia.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 4   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     un altro giro per noi Post n°1140 pubblicato il 14 Luglio 2011 da archetypon Tag: Cartoline Carissima,rischio di scrivere sciocchezze in giorni come questo, ché ho imparato che ciò che dici, come lo dici, è uno dei pilastri del nostro essere uomini e donne, anche se le parole della mia voce non hanno ciò che la mia mano ha quando si consegna alla carta.Devo scrivere che il tempo invecchia, poiché il tempo è ciò che siamo, e che siamo invecchiati insieme in questo tempo durante il quale siamo nati come una cosa sola e siamo morti come una cosa sola?Devo scrivere che nel tempo che ci è stato assegnato qualcuno può sedersi sul nostro cuore e prenderne possesso anche quando possesso non vuole più averlo? O che il peso sul cuore nel tempo diventa lievità pesante per l''Anima? Scriverò ancora una sciocchezza: a te, che Mi hai Rivelato l'Irriducibile, in questo giorno che è, a dispetto di tutto, sempre il nostro giorno. Tuo,AM    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 6   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     il giardiniere Post n°1139 pubblicato il 11 Luglio 2011 da archetypon Tag: Appunti 284) Se possiedi un tuo "giardino" non avere la presunzione di poter far crescere tutto e comunque. Alcune essenze troveranno i giusti gradi, altre non potranno essere altrettanto vigorose; così il giusto giardiniere sceglie di proteggere quelle e allontanare queste, e non senza rimpianti per la sua arte. 285) Scelsi un seme. Pensai che il suo fiore fosse rosso. Ho atteso il suo sbocciare, ma era bianco. Tanto a lungo ho atteso che mi distrasse dal seme color nero che diede un fiore rosso. E il fiore rosso ora non ho.   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 7   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     gli anni nel mio giardino Post n°1138 pubblicato il 08 Luglio 2011 da archetypon Tag: Cartoline Carissima,c'è stato un anno di forti piogge in questo giardino, e c'è stato poi un anno in cui la mia pelle era fuoco e questo giardino era deserto.C'è stato un anno in cui lasciavo le mie braccia arare esperte, e c'è stato poi un anno in cui la rabbia ha estirpato la nera gramigna ma anche spighe giovani e bionde.C'è stato un anno in cui i tuoi occhi brillavano sui fiori raccolti da questo giardino, come un tempo quando erano occhi di bimba e mangiavi i pistilli, e c'è stato un anno in cui s'abbozzò un sorriso di primavera ma la neve era ancora profonda nel suolo di questo giardino. Di altri potrei scriverti, carissima, ma sappi che un anno ancora resterò, riempiendo fogli, curando la terra, poiché, sappi, devo ancora raccogliere l'uomo nuovo e portarlo fuori da questo giardino. Tuo,AM   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 8   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     bruciando nel tuo vento Post n°1137 pubblicato il 06 Luglio 2011 da archetypon Tag: Frammenti di diari persi dal diario di un astronomo... e quando mi avvicino a te, sublimo e m'illumino nel tuo soffio,  e mi allungo, e gli uomini ammirano, e nella notte mi cercano, e nel giorno mi aspettano. Ora, lontana da te, sono costretta a rotolare come semplice pietra, nell'oscuro spazio, nel freddo di questa tormentata via che pure mi ricondurrà a te. Non so quando mi rivedrai, o mia Stella, ma so che m'aspetterai, fissa nel tuo amore, mentre io corro, corro, corro verso te, ancora senza chioma che solo tu, col tuo calore, potrai donarmi,  e con essa il nome, e mi svelerai, ché bruciando nel tuo vento mi vestirai come cometa...   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 4   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     prova da cuochi Post n°1136 pubblicato il 04 Luglio 2011 da archetypon Tag: (A)normalità Il disincanto della ragione e l'impulso delle passioni. Qual è l'ombra e quale la luce? Domanda sbagliata, poiché si confrontano sul terreno della vita, si promulgano a giorni alterni burattino o burattinaio, re o eminenza grigia. A volte si offuscano, a volte ci fanno intuire il cammino. Tradurre il linguaggio di psiche è sempre un po' tradirla: così, mai il segno ma il simbolo, pena la strada più tortuosa. Ricordarsi allora dei saggi cuochi: caffè e mascarpone uniti nella separazione. Con disincanto ed emozioni farò il mio tiramisu.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 9   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     (nel)la cantina di psiche Post n°1135 pubblicato il 01 Luglio 2011 da archetypon Tag: (A)normalità Quando hai visitato l'intera casa di psiche, riconosci che nella cantina di questa non esistono giusto e sbagliato mentre ai piani alti il giudizio e l'utilità governano la casa. Quotidianamente credi di riuscire a mutilare lo sbagliato e a cogliere sempre il giusto; ma nell'intera casa di psiche è un'utopia (della ragione) laddove distinzione non c'è (nel profondo).Così dolore, aggressività, libido, malinconie, oscurità, che editti del "governatore" vorrebbero ostacolare, emarginare, esiliare, sono possibili servitori per nuove mansioni, e invece che infuocare gli appartamenti, diventare cuochi per nuove e insospettate portate. Così ciò che non è utile una volta può non esserlo un'altra, e mostrarsi a volte quanto meno favorevole al "governatore" della casa. Eppure se è opera da allievo riconoscere tutto questo, è opera da maestro posizionare il dito nell'istante e nel modo corretto perché diventi leva per rendere tutto questo possibile. Per questo, sto studiando.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 8   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     se scopri ciò che sei Post n°1134 pubblicato il 27 Giugno 2011 da archetypon Tag: Appunti 282) Scoperto che sei stella alpina non provare a diventare papavero; scoperto che osservi il cielo per trovare la porta dell'estasi non ritagliare e collezionare pezzi di cielo; scoperto del cuore l'anatomia non provare a costruirne uno artefatto; scoperto che sei un pacifico esploratore non provare a diventare un agguerrito impiegato; scoperto che non puoi fare a meno del limone non addolcire il tuo bere. Credi in ciò che sei ma prima prova ciò che non sei così saprai tracciare il tuo divenire.283) Gli alberi crescono inclinandosi ai venti dominanti. Così l'anima, l'animo: ognuno possiede i suoi venti; quando si sono riconosciuti non è utile proseguire controvento.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 7   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     ciò che mi manca di te Post n°1133 pubblicato il 24 Giugno 2011 da archetypon Tag: Cartoline Caro,mi manca il tuo ondulato abbraccio, il mio sguardo in quell'iride verde e poi blu, le tue gocce di sale.Mi manca passeggiare al tuo fianco, il volteggiare dei gabbiani su di noi, il raccogliere piccole pietre che riprendi furtivamente, a volte selvaggiamente.Mi manca il tiepido sole dell'alba che sale dalle tue spalle, l'odore del vento che viene dalle tue chiome chiare, il tuo muto riflesso che mi parla. Mi manchi mare, ovunque sei, ovunque io sia. Tuo,AM   Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 6   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     anemianima Post n°1132 pubblicato il 22 Giugno 2011 da archetypon Tag: (A)normalità Dell'anemia conosciamo i sintomi: quel pallore quasi esangue, quella spossatezza che affanna, quella vertigine stanca.Dell'anima conosciamo i sintomi: quello sbiancamento del mondo, quel sopraffiato per ogni viso, quello spaesamento dentro le stelle. Ferro nel sangue, amore nel cuore; ossigeno ai muscoli, emozioni nella mente. Anemia animica; Anima anemica.    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 17   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     nelle mani c'è il pensiero (e l'amore) Post n°1131 pubblicato il 20 Giugno 2011 da archetypon Tag: Aforismi Ogni pensiero che ho imprigionato nell'espressione, deve liberarsi nelle mie azioni.Kahlil Gibran, (ultimo aforisma di) Sabbia e schiuma [Scrisse un pensatore che tutta la vita è risolvere problemi. Nella zona d'ombra del quotidiano, intermedia alle luci del puro pensare e dei codici dei Padri e delle Madri, risolvere problemi è, a volte, per un uomo, governare molti pensieri, tanto che le notti diventano un infinito tempo interiore, per giungere, attraverso le proprie mani, a una sola immediata azione. Attraverso le mani si libera il pensiero e si scopre la filosofia del martello, del corpo che aziona tutto se stesso, attraverso la quale ogni paura svanisce, e la vita, che ha sempre più fantasia di noi, ci prova e ci risolve. C'è l'eccezione, unico solo bypass al pensiero, un'operazione cardiaca che scuce ogni vena: quello dell'amore, tanto che chi pensa l'amore  non ama, né riuscirà mai veramente ad amare. È azione senza pensiero, ma sempre azione che libera l'imprigionamento dell'essere. Così, nelle tue mani c'è il pensiero e l'amore.]    Trackback: 0 - Scrivi Commento - Commenti: 3   Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso     « Precedenti Successivi »   AREA PERSONALE - Login   AVVERTENZE i testi in corsivo sono citazioni.commento poco i commenti.   ULTIME VISITE AL BLOG   VISIONI DEL MONDO - Andando per Via - Imperfezioni - Psicoalchimie - Secret Window - La finestra - Di arte e di poesia - Come quando fuori piove - Frammenti di Aria - Ladri di Bellezza   TAG Tutti i tags (A)normalità Aforismi Appunti Cartoline Dialoghi tra Luce e Ombra Frammenti di diari persi Le parole dell'archetipo Musica Parentesi Poesie Prosa Sms Sognando   ULTIMI COMMENTI per questo è meglio non rileggere mai quello che si... Inviato da: Sylvia.P il 08/09/2011 alle 15:07   E' cosi'...ogni volta diversi...Nulla e'... Inviato da: nella65vit il 07/09/2011 alle 17:30   non smetto. diversamente, ma non smetto. Inviato da: archetypon il 07/09/2011 alle 13:41   d4ny, mi imbarazzi per un così bel commento; sapere che... Inviato da: archetypon il 07/09/2011 alle 13:41   Scrivere per salvarsi.. i tuoi scritti mi hanno trasmesso... Inviato da: d4ny3L4 il 07/09/2011 alle 12:43   Tutti i commenti...   CIò CHE ORA LEGGO nella mia libreria   IL CANALE di OmbrediLuce   LA (MIA) MUSICA QUI Apollo 440 – Stop the rockBach – Piano Concerto in D Minor m2Ben Harper - Happy everafter in your eyes Coldplay - Amsterdam Doors - Cars hiss by my windowLigabue - Ho messo viaMorcheeba - The seaZucchero - Madre DolcissimaZucchero-Il volo Alanis Morissette - Everything Litfiba - Goccia a goccia Coldplay - A messagge Paolo Conte - Gioco d'azzardo [live] Norah Jones - More than this RHCP - under the Bridge Dire Straits - Water of Love Supertramp - Dreamer Annie Lennox - Take me to River Crosby Stills Nash - Dark Star America - A Horse With No Name R. Galliano - Libertango (live) F. Battiato - L'iombra della luce Litfiba - Ritmo John Lennon - Jealous Guy   Genesis - The Carpet Crawlers Man at work - Who can it be now Eddie Vedder - Long Nights E. Bennato - Meno male che adesso non c'è Nerone Franco Battiato - Tra sesso e castità Mannoia e Fossati - Ah che sarà Ivan Graziani - Agnese Neffa - Nessuno Inti Illimani - Corazzon Maldito Beirut - Sunday Smile Joe Jackson - Steppin' out Franco Battiato - Strani giorni Jefferson Airplane - Somebody to Love James - Hello James - Sometimes Procol Harum - A salty dog Kings of Leon - Cold Desert (live)   Citazioni nei Blog Amici: 142   ED ALTRO ANCORA...         CERCA IN QUESTO BLOG   Trova   MENU - Home di questo Blog - Aggiungi ai preferiti         eoc(); document.write(''); document.write(""); #main .lfb_like { width: 435px; } var lfb_att=false; function lfb_likeme(u) { if (lfb_att!=false) { lfb_att.parentNode.removeChild(lfb_att); lfb_att=false; } var div = document.createElement('iframe'); div.className="lfb_like"; div.scrolling='no'; div.frameBorder='0'; var a = u.parentNode; a.appendChild(div); if (div.contentWindow) duv = div.contentWindow; else duv = div.contentDocument; lfb_att=div; duv.document.open('text/html'); duv.document.write("body { padding:6; margin:0; background-color: #ffffff; } a, a:visited, a:link, a:hover {padding: 0px 0px 2px 4px; display: block; text-decoration: none; font-size: 12px; font-family: arial; font-weight: bold; color: #163775;} x"); duv.document.close(); lfb_att=div; } function lfb_closeme() { lfb_att.parentNode.removeChild(lfb_att); lfb_att=false; } var lnk = document.links; for (var i=0; i var _rsCI="Libero-it"; var _rsCG="0"; var _rsDN="//secure-it.imrworldwide.com/"; var _rsCC=0; var _rsIP=1; var _rsPLfl=0;  

 

 

links